Caro energia, ecco come funziona il bonus per bar e ristoranti

Potenziati e allargati i crediti d'imposta alle imprese e ai piccoli esercizi commerciali. Per bar e ristoranti sconto del 30% della spesa sostenuta per l'acquisto di componenti energetici dei mesi di ottobre e novembre 2022 superiore al 30% del prezzo medio riferito allo stesso periodo 2019



 

RELAX SOFTWARE GESTIONALE PER LA RISTORAZIONE CONTATTACI ALLO 0966.610277


 


l decreto Aiuti-ter riconosce un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Salgono dal 25% al 40% i crediti d'imposta per le imprese energivore, gasivore e quelle con grande consumo di gas, ma copriranno soltanto i costi di ottobre e novembre se superiori al 30% rispetto ai consumi sostenuti nel 2019.

Credito di imposta del 30% per i piccoli esercizi commerciali

La novità del nuovo decreto Aiuti-ter riguarda l'estensione del credito d'imposta per far fronte alle maxi bollette che pesano sui conti anche delle imprese più piccole che consumano meno di 16Kwh (si partirà da 4,5Kwh). Per queste lo sconto sarà del 30% della spesa sostenuta per l'acquisto di componenti energetici dei mesi di ottobre e novembre 2022 superiore al 30% del prezzo medio riferito allo stesso periodo 2019.


Misura valida due mesi

È vero che la misura avrà solo la durata di due mesi (ottobre e novembre), ma in questa maniera il sostegno viene esteso alle attività commerciali come bar, ristoranti e pizzerie: in tutto circa 2 milioni di esercizi . Così come alle società sportive.


Crediti di imposta cedibili

I crediti d'imposta potranno essere utilizzati in compensazione e non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini Ires, Irpef e alla base imponibile Irap. Sono crediti d'imposta cedibili, ma solo per intero, a soggetti terzi compresi istituti di credito e intermediari finanziari, a patto che siano accompagnati dal visto di conformità.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti